Cerca nel blog

mercoledì 9 dicembre 2015

Legge di Stabilità, Cia: il governo si impegni a difesa della zootecnia da carne

Il presidente della Cia Dino Scanavino: "Approvare senza indugi gli emendamenti che prevedono risorse per il rilancio del comparto. Solo così si può tutelare uno dei pilastri della nostra agricoltura che sta vivendo una fase di grossa difficoltà".   

 

            "In una fase di estrema difficoltà che, per un lungo periodo, ha visto i prezzi pagati ai produttori in caduta libera, gli allevatori di carne bovina e suina richiedono un'attenzione particolare e la legge di Stabilità rappresenta in questo senso un'opportunità irrinunciabile". Così il presidente della Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino interviene sui lavori in corso alla Camera per la seconda lettura della manovra 2016.

            "L'apprezzabile lavoro che sta portando avanti il Parlamento, con la presentazione di emendamenti che prevedono risorse finanziarie per il rilancio del comparto, deve essere portato a termine senza indugi. Del resto -spiega il presidente nazionale della Cia- il settore delle carni, in particolar modo bovine e suine, sta vivendo un momento complesso. Alla volatilità dei mercati si affiancano debolezze date dalla forte dipendenza dall'estero dei ristalli, dall'insostenibilità dei costi delle materie prime e dalle problematiche di gestione ambientale, senza trascurare le difficoltà di una filiera che, spesso, sconta limiti strutturali e organizzativi".

            Per queste ragioni, conclude Scanavino, "così come accaduto per il settore lattiero-caseario in occasione della prima lettura della legge di Stabilità, è urgente un impegno del Governo anche per la competitività della zootecnia da carne, a partire dall'approvazione degli emendamenti depositati in commissione Bilancio. Un'occasione che non può essere persa se si vuole difendere e valorizzare uno dei pilastri dell'agricoltura Made in Italy".

 


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI