Cerca nel blog

giovedì 7 gennaio 2016

Adozione maggiorenni. Ricorso alla Corte di Strasburgo contro normativa italiana

Firenze, 7 Gennaio 2016. E' stata iniziata la prima procedura per richiedere alla Corte Europea a Strasburgo la condanna dell'Italia in quanto la normativa in vigore relativa alle adozioni dei maggiorenni viola la Convenzione Europea dei diritti dell'uomo nel momento in cui non prevede l'equiparazione o l'assimilazione dell'adozione di un maggiorenne compiuta dalla famiglia o dalle persone che lo hanno seguito e se ne sono presi cura da minore a quella dell'adozione di un minorenne.
La normativa attuale è stata impugnata per violazione a diritti fondamentali come il diritto alla famiglia ed al riconoscimento del nucleo familiare naturale, il diritto al nome ed alla identità, il divieto di discriminazione, violazione delle normative internazionali e dei trattati a cui ha aderito l' Italia nella materia in oggetto
L'impugnazione pur nascendo dal caso specifico dei recepimenti in Bielorussia delle sentenze di adozione maggiorenni in Italia, riguarda nel suo complesso la normativa attuale anche con riferimento ad adozioni di maggiorenni tra italiani.
Al contrario della maggioranza delle Nazioni Europee, la normativa italiana non prevede alcuna eccezione o contemperamento alla previsione generale nel caso in cui il maggiorenne adottato sia in realtà un ragazzo che non ha potuto essere adottato da minore.
Inoltre lo Stato Italiano prevede per ogni adozione di maggiorenne proveniente da una Nazione ( anche della UE) che preveda l'equiparazione ad adozione di minore , che la sentenza o gli atti di stato civile relativi siano oggetto di procedura giudiziaria per poter essere recepiti o registrati  in Italia
Qui un maggiore approfondimento: http://www.aduc.it/articolo/adozione+maggiorenni+ricorso+alla+corte+dei+diritti_23809.php

Isabella Cusanno, legale Aduc

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI