Cerca nel blog

mercoledì 20 gennaio 2016

Latte: rivedere le norme dei pagamenti accoppiati previsti dalla Pac

Il Presidente della Cia scrive al Coordinatore degli Assessori all'agricoltura Leonardo Di Gioia: "ci sono produttori che nelle aree di montagna, in alcune pianure con particolare condizioni climatiche, pur realizzando alimenti di eccellenza anche Dop, sono tagliati fuori dai premi. Questa anomalia andrebbe superata".

 

Troppi produttori italiani non accedono ai "pagamenti accoppiati della Pac per il settore del latte", questo perché il Decreto Dipeisr 1566/2015, articolo 5 contiene alcuni vincoli sui "requisiti di qualità". Questa norma andrebbe ridiscussa perché i parametri utilizzati, per l'ammissibilità ai premi, non tengono conto di alcuni fattori climatici e territoriali che intervengono sulle caratteristiche del prodotto ottenuto. Questo un passaggio della missiva che il Presidente della Cia-Agricoltori Italiani ha inviato a Leonardo Di Gioia, il Coordinatore degli Assessori all'agricoltura regionali, che proprio in questi giorni si incontreranno per discutere sulle problematiche del settore primario e delle evoluzioni delle politiche comunitarie connesse. I requisiti contemplati dalla norma -scrive Scanavino a Di Gioia- , che non sono indicatori imprescindibili della qualità intrinseca del latte, risultano però spesso difficili da raggiungere nelle aree di montagna anche caratterizzate da prodotti Dop di eccellenza, ma pure in zone di pianura, specie con particolari condizioni climatiche.

E' fondamentale, invece, -conclude Scanavino nella lettera- che questi pagamenti supplementari, previsti dalla regolamentazione comunitaria per eventuali settori in difficoltà, siano corrisposti a tutti i produttori in regola con le normative cogenti, eliminando vincoli, che finiscono per penalizzare alcune tipologie di aziende in evidente contraddizione con gli obiettivi di politica agraria unanimemente condivisi.



Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI