Cerca nel blog

venerdì 22 gennaio 2016

LEGGE DI STABILITÀ: NICOTRA (ANCI), LAVORO COMPLICATO E LABORIOSO PER EVITARE TAGLI, 2016 SEGNA SVOLTA, MA SIA DEFINITIVA

"Il lavoro svolto dall'ANCI sulla Legge di Stabilità è stato determinato e i risultati sono arrivati, dopo tanti anni di tagli: un cambiamento importante nei rapporti con governo e Parlamento". Così il segretario generale dell'ANCI, Veronica Nicotra, intervenuta questa mattina all'incontro territoriale di ANCI Lazio sulla Legge di Stabilità, promosso e organizzato con ANCI e Ifel in collaborazione con il Gruppo 24 Ore.

"Il lavoro di questi mesi – ha detto Nicotra – è stato complicatissimo e laborioso ma alla fine i risultati sono arrivati, come ribadito anche ieri dal presidente Fassino nel corso del Consiglio Nazionale ANCI. Abbiamo raggiunto l'obiettivo, che definirei storico, del superamento del Patto di stabilità che presentava l'ottusità di non permettere ai sindaci di spendere soldi che avevano in cassa: ora si potrà imprimere un effetto molto positivo agli investimenti, grazie al nuovo saldo basato sulla competenza finale".

Il segretario generale ANCI ha poi ricordato come, "grazie a un egregio lavoro politico siamo riusciti a rinviare l'entrata in vigore della legge 243  (sul pareggio di bilancio che per gli Enti locali è rimandata al 2016 n.d.r.), precondizione necessaria al superamento del Patto che poi è arrivato; così come siamo riusciti ad ottenere la compensazione totale del gettito effettivo 2015 dell'imposta prima casa che conta circa 3,7 miliardi".  

A sindaci e amministratori laziali, Nicotra ha sottolineato come si stia lavorando alla risoluzione dell'annosa questione delle spese sostenute dai Comuni sede di uffici giudiziari "su cui – ha rimarcato – registriamo consapevolezza e volontà di risolvere da parte del governo. Parliamo di circa 700 milioni di arretrati, dal 2012 al 2014. La questione è chiusa da un punto di vista normativo, contiamo di chiuderla a breve anche da quello finanziario".

Scorrendo, poi, una serie di altre istanze che hanno ottenuto risposta, come il riconoscimento degli oneri di urbanizzazione su parte corrente, l'anticipazione di tesoreria risolta e l'eliminazione del raddoppio del taglio sulle Città metropolitane, il segretario generale ANCI si è soffermata su due problematiche a cui l'ANCI comincerà a lavorare da subito: il blocco del turn over e le gestioni associate. "Limitare le assunzioni nei Comuni al 25% delle cessazioni è inaccettabile: per questo a breve incontreremo la Funzione Pubblica".

Anche sulle gestioni associate "si lavorerà da subito, partendo dalla nostra proposta che si basa non più su criteri demografici ma su bacini territoriali omogenei. Su questo – ha tenuto però a precisare Nicotra – deve essere chiaro che non è più accantonabile un percorso che porti ad associare le funzioni. Ed è un processo che non riguarda solo i piccoli ma tutti i Comuni. Lavoreremo affinché il tutto avvenga in una sede istituzionale che sancisca l'autonomia dei sindaci sul cosa e come mettere insieme, nella massima condivisione con il governo con cui stiamo discutendo anche della formazione di un gruppo di lavoro specifico che ridisegni l'associazionismo con regole più efficaci ed incentivi a stare insieme più premianti".

Insomma, "il 2016 sarà un anno di forte cambiamento – ha concluso il segretario generale ANCI - e il nostro auspicio è che si consolidi una nuova stagione di svolta definitiva: l'ANCI ce la metterà tutta perché ciò avvenga, per il bene del Paese".

 

Roma, 22 Gennaio 2016

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI