Cerca nel blog

giovedì 27 aprile 2017

Sicurezza stradale, Unasca: “Bene decreto su stop cellulari, si lavori per la sicurezza di ciclisti e motociclisti”

"Siamo favorevoli all'intenzione di inserire questa novità nel decreto che anticipa alcune questioni relative alla sicurezza stradale, anche perché, lo abbiamo ribadito spesso, il Codice della Strada è fermo in Senato ormai da due anni". 


Emilio Patella, Segretario Nazionale Autoscuole Unasca, commenta così le recenti dichiarazioni del Vice ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Riccardo Nencini circa un giro di vite sull'utilizzo del cellulare alla guida, con l'inserimento in un decreto di sanzioni più severe fino alla sospensione della patente. 

"Abbiamo chiesto che ci sia un intervento anche su alcuni punti altrettanto importanti per la sicurezza – spiega Patella - nell'ottica delle iniziative urgenti per limitare gli incidenti stradali". 

I dati di incidentalità, infatti, registrano come punti critici la sicurezza dei pedoni, dei ciclisti e dei veicoli a motore a due ruote. 

"Crediamo che sia necessaria un'azione sul Codice della Strada in generale, perché gli interventi non siano dettati soltanto dall'emergenza. Accogliamo con favore eventuali decreti per aumentare la sicurezza stradale, ma siamo convinti che non si possa prescindere da una adeguata formazione, che dovrebbe essere incrementata. In particolare, chiediamo che vengano introdotte le guide obbligatorie anche per le moto, dato che per le auto è stata un'innovazione positiva. Chiediamo anche che venga abolito il comma del Codice della Strada, ormai obsoleto e in contrasto con le norme comunitarie, che prevede che le guide per le moto vengano fatte solo su strade poco frequentate. Oggi per preparare al meglio i candidati e insegnare a guidare anche in autostrada le autoscuole sono costrette a violare la norma, rischiando contravvenzioni e caricandosi di responsabilità. La formazione è la chiave anche per far comprendere le conseguenze della distrazione al volante: un punto che accomuna, purtroppo, tanti
incidenti, che vedono coinvolti pedoni o ciclisti, e che spesso sono causati proprio dall'utilizzo del cellulare alla guida".







--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI