Cerca nel blog

martedì 12 luglio 2016

"Le ragioni del NO": da Altreconomia un'iniziativa editoriale finanziata dai cittadini, in vista del referendum costituzionale



Referendum costituzionale, un "no" dal basso
"Le ragioni del NO", un'iniziativa editoriale
finanziata dai cittadini

Altreconomia lancia sulla piattaforma di crowdfunding Eppela "Le ragioni del NO. Guida al voto per il referendum costituzionale". 

È un libro tascabile per tutti, che spiega in modo chiaro, sintetico e completo -articolo per articolo, tema per tema- la riforma costituzionale su cui siamo chiamati a votare ad ottobre.
Un piccolo libro tascabile (96 pagine), low cost (5 euro, spedizione compresa) e "popolare", per dire "no", a ragion veduta. L'ultima sfida di Altreconomia edizioni si intitola "Le ragioni del NO. Guida al voto per il referendum costituzionale": il testo è pronto -anche se novità e contributi saranno inseriti fino all'ultimo- e sarà stampato grazie al supporto dal basso che i lettori possono dare fino al 29 luglio attraverso la piattaforma Eppela

"Abbiamo deciso di promuovere il libro su Eppela -spiega l'editor Massimo Acanfora- perché crediamo in un'informazione partecipata, indipendente, accessibile e che, come tutte le pubblicazioni della cooperativa Altreconomia, si sostiene perché ci sono i nostri unici 'padroni', ovvero i lettori". 

L'obiettivo di raccolta è in vista (oltre 2.400 su 2.500 euro) ma si può contribuire alla pubblicazione (minimo 5 euro per ricevere una copia) fino al 29 luglio. 

Tutti coloro che parteciperanno al crowdfunding, anche oltre il superamento dell'obiettivo minimo indicato, riceveranno a casa una copia del libro (le spese di spedizioni saranno coperte da Altreconomia).

L'obiettivo di "Le regioni del NO"? È rendere comprensibile a tutti un tema complesso. 

Il libro spiega in modo chiaro, sintetico e completo i contenuti della "riforma" costituzionale, quali sono i rischi per la democrazia e la sovranità popolare (anche legati al sistema elettorale previsto dall'"Italicum") e quali gli altri problemi, giuridici e sostanziali, che la riforma porta con sé. 

I 50 principali motivi per votare "no" sono corredati dalla autorevoli opinioni di illustri costituzionalisti e giuristi, tra cui Luigi Ferrajoli, Lorenza Carlassare, Felice Besostri, Vittorio Angiolini e Alessandro Pace. Uno strumento utile non solo per i singoli cittadini, ma anche per i "comitati per il NO", per le associazioni e i gruppi che vogliono diffondere un'informazione chiara e articolata&nbsp ;sul tema.

"Le ragioni del NO" spiega che cos'è e da dove trae origine la "riforma costituzionale"; illustra e critica -articolo per articolo- il DDL Boschi, affrontando dal punto di vista giuridico, politico e valoriale le più spinose questioni, tra cui: la nascita di un Senato di non eletti che non rappresenta né i cittadini né i territori, la complessità dei nuovi procedimenti legislativi, gli ostacoli posti alla partecipazione popolare, e soprattutto il "combinato disposto" con la legge elettorale Italicum, che permetterebbe a un partito (e a un "capo della forza politica") di governare pur rappresentando solo una minoranza degli elettori. 

Un disegno di legge costituzionale che non solo modifica la natura e l'operato del Senato della Repubblica, ma stravolge la Carta Cost ituzionale (47 articoli su 139). In appendice materiali per approfondire e contatti utili.

"Le ragioni del NO. Guida al voto per il referendum costituzionale", a cura di Duccio Facchini (Altreconomia). 
Il libro sarà disponibile dopo il 29 luglio sul sito di Altreconomia, nelle botteghe del commercio equo, negli eventi in cui è presente Altreconomia, a prezzi speciali per associazioni e comitati.


Un video e un link per saperne di più.

Milano, 12 luglio 2016


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI